thumb-medicina-generale

thumb-riabilitazione.gif

thumb-ortopedia.gif

thumb-chirurgia-generale.gif

thumb-poliambulatori.gif

Diritti e Doveri del Malato

ll paziente accedendo alla nostra struttura esprime l’esistenza di un rapporto di fiducia e di rispetto verso l’organizzazione ed il personale sanitario, presupposto indispensabile per l’impostazione di un corretto programma terapeutico ed assistenziale.
La Casa di Cura S. Clemente aderisce ai principi enunciati nella "Carta dei Diritti del Malato" elaborata dal Tribunale dei Diritti del Malato. Di seguito viene fornita una sintesi del documento:

Diritti:

flag ok La persona malata ha diritto di essere assistita e curata con premura ed attenzione nel rispetto della dignità umana e delle proprie convinzioni filosofiche e religiose.
flag ok La persona malata deve essere sempre chiamata con il proprio nome e cognome, o con l’uso del “Lei”, evitando  riferimenti al numero del letto o alla patologia dalla quale è affetta.
flag ok Il malato deve avere garantiti, negli ambienti a lui destinati, igiene, disinfezione, sicurezza e pulizia. Anche i familiari e i visitatori sono tenuti al rispetto delle disposizioni finalizzate a garantire igiene, sicurezza e pulizia.
flag ok Il malato deve essere informato tempestivamente, con linguaggio a lui adeguato, sulla sua malattia, sulle tecniche e sulle terapie cui verrà sottoposto, sui farmaci che gli verranno prescritti e somministrati, sul decorso della malattia e sull’esito, qualunque esso sia, delle cure prestate, al fine di essere reso pienamente consapevole e partecipe delle cure.
flag ok Salvo casi di urgenza o impossibilità, al degente devono essere fornite tutte le notizie utili, compresi gli eventuali rischi o disagi e le possibili alternative appropriate pur se erogate da altre strutture, a poter esprimere un consenso effettivamente informato prima di essere sottoposto a terapie o a metodiche invasive. Il sanitario motivatamente convinto della necessità di fornire informazioni a familiari potrà farlo ove non incontri un espresso divieto da parte del degente. In caso di incapacità dovrà rivolgersi a coloro che esercitano la potestà tutoria.
flag ok Al momento della dimissione i medici trasmettono, tramite l’assistito, al medico curante, dettagliata informazione sul decorso ospedaliero e una sintesi diagnostica e terapeutica.
flag ok Il malato può esprimere le proprie valutazioni sul trattamento ricevuto attraverso un questionario anonimo da imbucare in apposito contenitore al momento della dimissione, o dopo la visita o l’esame. La struttura si impegna ad analizzare i questionari  compilati, a pubblicizzarne i risultati, a tener conto dei suggerimenti o dei rilievi negativi al fine di migliorare il servizio.
flag ok L’assistenza sanitaria è prestata assicurando il diritto alla riservatezza della persona, nel rispetto della normativa in materia di trattamento dei dati personali (D.Lgs. 196/2003). Ulteriori e più restrittive misure di tutela della sicurezza, compreso l’anonimato, sono assicurate nei casi previste dalla legge.
flag ok Compatibilmente con le esigenze assistenziali e previa intesa con il responsabile infermieristico dell’Unità Operativa, i degenti hanno la possibilità di essere confortati dalla presenza di un proprio familiare anche oltre il normale orario di visita.

Doveri:

flag ok Il malato dovrà fornire ai sanitari tutte le informazioni relative al suo stato di salute, attuale e pregresso, ed esprimere la propria volontà in ordine al piano di cura proposto informando tempestivamente ove non ritenga di sottoporsi ad alcune metodiche, in modo da evitare sprechi di tempo o di risorse.
flag ok È dovere di ogni cittadino informare tempestivamente la struttura sanitaria in caso di rinuncia a prestazioni programmate, per evitare sprechi di tempo e di risorse. La struttura informa tempestivamente il cittadino dell’eccezionale eventualità di non poter  effettuare prestazioni nelle date previste e provvede a riprogrammarle in tempi brevi.
flag ok Il malato e i suoi congiunti o visitatori sono tenuti al rispetto degli ambienti, delle attrezzature, degli arredi anche negli spazi comuni. Ognuno è tenuto al rispetto del lavoro degli operatori al fine di permettere lo svolgimento dell’attività assistenziale e terapeutica, anche osservando gli orari delle visite e adottando ogni comportamento per favorire la quiete e il riposo di tutti i degenti.
flag ok In situazioni eccezionali e per necessità improrogabili del malato, l’attività assistenziale e terapeutica può coincidere con l’orario delle visite. In questi casi i visitatori sono invitati a lasciare momentaneamente la stanza.
flag ok In tutta la struttura ospedaliera vige il divieto di fumare. Attività di svago, ricreazione o socializzazione possono trovare sede nei soggiorni di reparto. Gli operatori sanitari hanno l’obbligo di far rispettare tutte le regole igienico-organizzative ai degenti senza eccezione alcuna, anche fornendo informazioni in ordine alle stesse. Il degente dovrà anch’esso informarsi dei propri obblighi attraverso la consultazione della carta dei servizi.